raffaele cavadini 2021

mostra Antonia (Neto) Campi Appunti di viaggio a cura di Mariateresa Chirico
Morbegno | "Galleria dello Studio" piazza III Novembre n. 19 | lunedì>venerdì | 9.30>12.00 15.30>18.30 | sabato mattina 9.30>12.00

“Signora della ceramica” si può a buon diritto definire Antonia (Neto) Campi (Sondrio, 1921-Chiavari, 2019), capace di una progettazione estrosa, originale e innovativa ma anche profondamente rigorosa, consapevole delle esigenze tecniche, esperta dei cicli produttivi, manager anche in tempi difficili per la realtà economica del Paese.
Forse le origini valtellinesi le hanno instillato forza, determinazione, una certa rudezza, una scorza che celava, però, un animo profondamente sensibile, grande disponibilità, perfino una certa tenerezza.

All’Accademia di Brera segue in particolare i corsi di Francesco Messina e la dimensione scultorea sarà la cifra caratterizzante la sua opera; quindi Neto, come è sempre stata chiamata, vuol mettere “le mani in pasta” e si fa assumere come operaia dalla S.C.I. (Società Ceramica Italiana) di Laveno nel 1947. L’allora direttore artistico, Guido Andloviz, comprende subito le doti della giovane alla quale dà carta bianca, permettendole di sperimentare in piena libertà nel suo studio-laboratorio vista lago. In un decennio Neto disegna alcune centinaia di oggetti tra Articoli fantasia, Serie limitate e Pezzi unici facendo uso della terraglia, il medium privilegiato cui si affiancano esperimenti e ricerche anche con la porcellana che, però, “la faceva disperare”, come spesso ricordava. Innovativa nelle forme, irregolari, asimmetriche, spesso “bucate”, che risentono delle coeve ricerche artistiche in testa l’opera di Henri Moore, ama il colore, una cromia accesa, vivace, spesso a contrasto. Le sue proposte, che hanno reinterpretato il quotidiano, sono davvero dirompenti e molti suoi pezzi diventano vere e proprie icone come il celeberrimo portaombrelli Spaziale (1949).

mostra
Preludio ed epilogo. Asnago Vender a Como e Provincia
Como
c/o Novocomun | 4>29 ottobre
La mostra dal 4 al 29 ottobre 2021 al Novocomum a Como approfondisce l’opera lariana di Mario Asnago e Claudio Vender, grandi architetti del movimento moderno ma, ciononostante, relativamente meno considerati dalla critica rispetto ad altri nomi contemporanei nel territorio comasco.
Link_ https://www.espazium.ch/it/attualita/mostra-preludio-ed-epilogo-unindagine-su-asnago-vender-como-e-provincia

mostra
ADDA IN VOLO Spunti territoriali dalla sorgente al Lario
Foto con drone di Vincenzo Martegani
Esposizione Morbegno Chiostro di Sant'Antonio  dal
25 settembre al 10 ottobre
Orari di apertura
da martedì a venerdì 15.30 - 18.30 (chiuso il lunedì)
sabato e domenica 9.30 - 12.30 / 15.30 - 19.00
Inaugurazione 24 settembre ore 18.00

Agli iscritti degli Ordini Architetti P.P.C., che visiteranno la mostra e firmeranno l'apposito registro, inserendo tutti i dati richiesti, verrà attribuito 1CFP.

Locandina

Trieste Contemporanea
Małgorzata Dmitruk
Mostra | 9 settembre > 12 ottobre 2021 | Trieste

Trieste Contemporanea inaugura il 9 settembre alle ore 18 una importante mostra personale italiana dell’artista Małgorzata Dmitruk. L’esposizione triestina, a cura di Gabriella Cardazzo, è realizzata in collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma e ArtSpace (Venezia) e raccoglie opere grafiche e di fashion design dell’artista polacca. La curatrice dell’Istituto Polacco di Roma Ania Jagiello converserà con Gabriella Cardazzo alla fine di una breve intervista video realizzata da quest’ultima con l’artista quest’estate in Polonia. 

Małgorzata Dmitruk, che il pubblico triestino ha già potuto apprezzare nel contributo dato nel 2019 all’appuntamento espositivo internazionale La ricerca dell’identità (al tempo del selfie), proporrà a Trieste alcune intense serie di opere grafiche eseguite tra il 1999 e il 2007 e una selezione di abitini da neonato realizzati in lana tra 2007 e 2012. La mostra sarà visitabile fino al 12 ottobre 2021 e si può considerare una anteprima della più estesa mostra che verrà poi proposta l’anno prossimo nella sede romana dell’Istituto Polacco.

Fondazione Credito Valtellinese
Wipe Out Design / In Between
mostra | 4>12 settembre 2021 

In occasione della mostra “Wipe Out Design / In Between” presso la prestigiosa Casa Museo Boschi Di Stefano (Milano, dal 4 al 12 settembre) in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile, Fondazione Credito Valtellinese presenta una selezione dei migliori disegni, fra cui molti inediti, realizzati per il progetto di arredi impossibili che ha visto la luce in occasione dell’Expo, sviluppandosi poi in un articolato itinerario espositivo che ha toccato le città di Fano e Palermo.

Si tratta di tavole di progetto, ma anche di semplici story-board eseguiti di getto a china e acquerello su taccuini da viaggio, utili a illustrarne il concept ai partner a vario titolo coinvolti in questo esperimento culturale.

L’attuale esposizione, rafforzata dal sottotitolo “In Between” a sottolineare la potente alleanza fra design d’arredo e arte contemporanea, fra grandi classici della figurazione del dopoguerra italiano e sperimentazione nell’ambito del contro-design, è un evento in co-produzione con il Comune di Milano e può essere considerata riassuntiva di questo progetto no profit. Il confronto dei 6 arredi di nuova generazione con quello scrigno dell’arte contemporanea che per volontà dei coniugi Boschi Di Stefano rappresenta un punto fermo nel firmamento del collezionismo novecentista milanese e internazionale, induce infatti il visitatore a un confronto diretto con il referente culturale ed estetico adottato dai suoi ideatori e da coloro che li hanno realizzati, all’interno di un project-work didattico aperto alle scuole di alta formazione, agli atenei e al sistema legno-arredo su cui gravita il Salone del Mobile.

link_https://www.creval.it/eventiCreval/mostre/2021_IN_BETWEEN/631

Architettura 6.0
Mostra | 6>24 settembre 2021 | Cosentino City Milano

6 visioni, 6 progetti, 6 architetti invitati e coordinati da Danilo Premoli.
UNDER THE SKY SOTTO UN CIELO | Atelier(s) Alfonso Femia
IL SILENZIO (E IL RUMORE) DELL'ARCHITETTURA | Dontstop Lab
CASA BLOSSOM | MYGG
HQ IL SOLE 24 ORE | Park Associati
EM3 PLANET EARTH MODULE | Vittorio Grassi Architects
IL FARO NELL'ISOLA IN CITTÀ | Giuseppe Tortato Architetti

link_https://ioarch.it/architettura-6-0-dal-6-al-24-settembre-presso-cosentino-city-milano/

Premio Basilico III edizione | Mostra fotografica Mapping the rust di Michele Borzoni
Milano |
6>17 settembre | Fondazione Ordine APPC di Milano | 1CFP

In occasione del Fuorisalone 2021 (5>10 settembre), dal 6 al 17 settembre, da lunedì a venerdì, l’Ordine degli Architetti di Milano e la sua Fondazione ospiteranno in sede la mostra fotografica Mapping the rust di Michele Borzoni, vincitore della III edizione del Premio Internazionale di Fotografia di Architettura e Paesaggio Gabriele Basilico, promosso dall’Ordine, dall'Archivio Gabriele Basilico e dalla Fondazione Studio Marangoni.

La vernice della mostra si terrà il mercoledì 8 settembre, sempre in sede, alle ore 18.00, e vedrà Michele Borzoni presentare il suo racconto fotografico e il libro dedicato, insieme ad alcuni membri della giuria del Premio | 2CFP. Visualizza

mostra intinerante | Le radici di una identià
Riabitare le Corti di Polaggia
Polaggia | 17 e 18 luglio 2021
Visite guidate su prenotazione al sito www.radicidentità.it/prenotazioni

Locandina.pdf

Mostra
Premio Italiano di Architettura 2021
Triennale di Milano | 25 giugno>22 agosto

Una mostra che presenta i progetti dei finalisti delPremio al miglior edificio, il Premio alla carriera e il Premio T Young, parte del Premio Italiano di Architettura promosso da Triennale e MAXXI.
Link_Premio italiano di Architettura 2021 | Triennale Milano

Eventi e Formazione

Ottobre 2021
L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente e per analizzare i dati di traffico. Cliccando su OK acconsenti al loro impiego in accordo con la nostra cookie policy.