OAPPC di Belluno convegno
Architettura tra pubblico e privato
Cortina d'Ampezzo (BL) | 11 settembre 2020 | 9.30>12.30 | Centro Congressi Alexander Girardi Hall | 3CFP

Link
_https://architettibelluno.it/formazione-continua-permanente/iscrizione-eventi-formativi

OAPPC di Belluno convegno-tavola rotonda
Trasformazioni del paesaggio e della città: aspettative e dinamiche
Cortina d'Ampezzo (BL) | 11 settembre 2020 | 14.30>18.30 | Centro Congressi Alexander Girardi Hall | 4CFP

Link
_ https://architettibelluno.it/formazione-continua-permanente/iscrizione-eventi-formativi

Iscrizioni_ entro 9 settembre 2020 L’iscrizione dovrà avvenire entro mercoledì 09.09.2020, accedendo al sito dell'Ordine Architetti PPC di Belluno al link: https://architettibelluno.it/formazione-continua-permanente/iscrizione-eventi-formativi 

In caso di impossibilità a partecipare dopo l’avvenuta iscrizione, è possibile cancellarsi dalla stessa pagina di iscrizione al link: »Vedi la tua iscrizione

 "Cortina tra le righe" è la rassegna che, nel tema delle Olimpiadi 2026, porterà in alta quota grandi nomi del giornalismo e della comunicazione e offrirà una settimana dedicata alle professioni, da mercoledì 09 a domenica 13 settembre 2020.

Obiettivi_Focalizzare l’attenzione su “Parlare e scrivere di Architettura conoscendo da un lato l’Architettura e dall’altro le forme di comunicazione con le loro proprie dinamiche”.

Appare quanto mai interessante prendere spunto dall’occasione fornita dai prossimi XXV Giochi olimpici invernali per ragionare su questi temi, partendo dall’esperienza maturata negli anni 60 a Cortina e cercando di esplorare le opportunità offerte dal prossimo appuntamento del 2026 che vedrà protagoniste Milano e Cortina. Non ci può essere buona architettura senza una coscienza diffusa del ruolo che essa ha e dei soggetti deputati a progettarla, una riscoperta del ruolo sociale dell’Architetto chiamato a disegnare l’ambiente in cui viviamo. Va rivisto anche il rapporto tra spazio pubblico e privato con le interazioni che questo comporta, sottolineando l’importanza di affrontare le trasformazioni del nostro territorio con occasioni di dibattito e confronto, adottando strumenti di partecipazione aperta quali i concorsi. L’occasione pare propizia anche per ripensare il nostro mondo antropizzato alla luce del Covid-19: la città e il territorio non saranno più gli stessi. Dobbiamo giocoforza ripensare gli spazi dell’abitare e vivere tenendo in considerazione le distanze, le misure di tutela che la situazione contingente ci costringe ad adottare e le diverse aspettative che le persone già manifestano in questo breve periodo di prova (spazi indipendenti, riscoperta della natura e del vivere fuori città, …).

 

Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente e per analizzare i dati di traffico. Cliccando su OK acconsenti al loro impiego in accordo con la nostra cookie policy.